Che differenza c’è tra artrite e artrosi

Che differenza c'è tra artrite e artrosi? Ecco quali sono i sintomi per riconoscere queste due patologie, spesso responsabili di disturbi insidiosi

Che differenza c’è tra artrite e artrosi: prima di tutto bisogna comprendere la natura di queste due patologie. L’artrite è una malattia infiammatoria, mentre l’artrosi è di tipo degenerativo-cronico. Alla base di ciò, è possibile capire se si tratta di due sintomatologie molto diverse fra loro. Entrambe sono considerate delle patologie reumatiche, poiché colpiscono le articolazioni, comportando talvolta seri disagi. I sintomi possono sembrare molto simili in quanto, in entrambi i casi, si prova rigidità e dolore durante i movimenti.

Ecco perché capita molto spesso di confondere l’artrite e l’artrosi per la stessa patologia. Le loro distinzioni si basano soprattutto sull’età dei soggetti colpiti. L’artrite, oltre ad essere di natura infiammatoria, è anche una malattia di origine autoimmune, ovvero può presentarsi a qualsiasi età e colpire anche i più piccoli. L’artrosi è, invece, una malattia degenerativa che, nella maggior parte dei casi, colpisce gli individui di oltre 50 anni. Precisamente l’artrite si manifesta attraverso un’infiammazione articolare che può provocare arrossamento, gonfiore e dolore.

Non solo, nei casi più gravi è spesso accompagnata da rigidità e limitazione della capacità motoria delle articolazioni che possono sfociare in una deformazione con conseguenti difficoltà a svolgere anche i semplici movimenti quotidiani. L’artrosi non ha niente a che vedere con la natura infiammatoria, poiché la sua causa scatenante è l’usura delle articolazioni. Generalmente si manifesta lungo le spalle, le mani, i piedi, le ginocchia e la colonna vertebrale, poiché sono le zone del corpo che sono state maggiormente esposte allo stress durante gli anni. È inoltre fondamentale, precisare che nella maggior parte dei casi l’artrite non si manifesta per una causa ben precisa, ma ciò non significa che l’infiammazione può essere trascurata.

Se non si esegue la terapia adeguata infatti, la sintomatologia potrebbe andare incontro ad un peggioramento e ripresentarsi nel corso degli anni. Dunque è proprio la cartilagine la causa scatenante dell’artrosi. Accade infatti che questa col passare del tempo si inizi ad assottigliare fino ad usurarsi del tutto in maniera graduale. Oltre alle terapie farmacologiche, uno stile di vita sano e una dieta composta da alimenti ricchi di calcio sono la base per tenere sotto controllo entrambe le patologie e la salute delle ossa.

Che differenza c’è tra artrite e artrosi