Che cosa è esattamente il colpo di sole?

Lipotimico: le alte temperature potrebbero talvolta giocare brutti scherzi, ecco alcuni importanti approfondimenti relativi all'esposizione ai raggi UV

Lipotimico: di cosa si tratta precisamente? A molte persone è capitato di accusare dei malori mentre erano al mare e in altri casi si sono verificati spesso alcuni svenimenti in spiaggia. La diagnosi di questo comune fenomeno è proprio il famoso colpo di calore o colpo di sole. Ma sono tantissime le persone che non voglio rinunciare al mare, nonostante siano intimorite da questo fastidioso disagio che potrebbe manifestarsi da un momento all’altro. Per questo occorre informarsi al meglio sulle reali cause che provocano il tanto temuto colpo di calore per proteggersi dal sole al meglio. Bisogna quindi adottare i giusti accorgimenti per evitare che il fenomeno si verifichi nuovamente. Gli esperti in materia sono pronti a fornire tutte le informazioni necessarie relative a questo disturbo che può colpire moltissime persone di qualsiasi età. Precisamente, il colpo di calore viene definito anche ipertermia e si manifesta attraverso un’improvvisa mancanza di forze che causa lo stato lipotimico. Accade che un individuo affetto dal colpo di sole si sente privo di forze e non riesce più a stare in piedi.

Di conseguenza avviene un vero e proprio svenimento ed il soggetto in questione cade a terra a causa della mancanza di energia. Si tratta quindi di un problema da non sottovalutare. La prima regola da seguire per evitare lo stato lipotimico è quella di fare attenzione alle condizioni che potrebbero provocare il colpo di sole. Pertanto bisogna essere particolarmente accorti durante l’esposizione ai raggi UV ed in particolare al caldo torrido. Non è da sottovalutare anche l’umidità, anch’essa responsabile, nell’insieme, dell’insorgere del disturbo. Il tasso di umidità associato alle elevate temperature nell’aria potrebbe rivelarsi un vero e proprio nemico e provocare il colpo di calore. Pertanto se ci si trova in un ambiente particolarmente afoso che potrebbe indurre il colpo di sole, bisogna adottare alcuni accorgimenti per tutelarsi prima che possa accadere il peggio. Il primo consiglio è quello di evitare gli indumenti troppo scuri. Ebbene sì, si tratta di un fattore abbastanza riconosciuto, in quanto le tonalità scure attirano maggiormente i raggi UV.

A tal proposito è preferibile optare per un abbigliamento chiaro, in quanto assorbe di meno la temperatura. Un ulteriore accorgimento molto importante è quello di preoccuparsi sempre della corretta idratazione dell’organismo. Bisogna ricordarsi di bere sempre moltissima acqua durante l’arco della giornata, poiché la disidratazione potrebbe essere una delle principali cause dell’insorgere dello stato lipotimico, soprattutto quando le temperature sono particolarmente elevate. Se si desidera passare una giornata in spiaggia all’insegna del mare e del divertimento, è di buon auspicio indossare un cappellino che protegga la testa dal calore, applicare delle creme per proteggere la pelle dai raggi UV e bere sempre tantissima acqua. Attraverso questi semplici accorgimenti è possibile ridurre il rischio del colpo di sole. Anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale. Si consiglia, infatti, di prediligere sempre alimenti sani, freschi e nutrienti, in modo tale da soddisfare il fabbisogno energetico giornaliero dell’organismo. Le dritte per evitare il colpo di calore sono semplici, ma allo stesso tempo necessarie per tutelare il proprio benessere.

Per diminuire l’insorgere dello stato lipotimico ed evitare di scottarsi dal sole dunque, è meglio giocare d’astuzia. Ad esempio, si consiglia di mantenere la temperatura della propria abitazione intorno i 26°C, aiutandosi con l’utilizzo di condizionatori d’aria, ventilatori e correnti provenienti dalle finestre. Inoltre, per fare in modo che l’ambiente resti sempre fresco, è consigliabile tenere le tapparelle abbassate. Sono da evitare assolutamente le ore più calde, prediligendo le uscite durante le ore più fresche della giornata. Questo consiglio è importante soprattutto per i bambini e gli anziani. Evitare quindi di ritrovarsi fuori tra le ore 11 e le 18, poiché l’ozono del traffico tende ad accumularsi in maniera eccessiva. Questo fattore potrebbe compromettere il proprio stato di salute durante le giornate particolarmente calde. Attenzione inoltre ai liquidi molto freddi. Si tratta di un errore molto comune, ovvero quello di bere bibite eccessivamente ghiacciate. Va bene bere dei liquidi freschi, ma attenzione a non esagerare. Inoltre i tessuti chiari e naturali, in particolare il cotone ed il lino possono rivelarsi dei perfetti alleati per evitare il colpo di sole. Se una persona si sente male e si trova in stato lipotimico, bisogna subito trasportarla in un luogo fresco e mentre si attendono i soccorsi farle bere dell’acqua, cercando di rinfrescarla con un lenzuolo bagnato.

Che cosa è esattamente il colpo di sole?