Cancro al seno: meno rischio mangiando frutta ogni giorno

Cancro al seno: la frutta assunta regolarmente riduce i rischi della malattia, lo afferma uno studio della Harvard School of Public Health

Cancro al seno: la frutta è stata considerata come un alimento dagli enormi effetti benefici, in grado di ridurre il pericolo di tale malattia. Lo afferma un nuovo studio condotto dalla Harvard School of Public Health di Boston che rivela che le donne che hanno assunto la buona abitudine di consumare banane, uva e mele sin dal periodo adolescenziale hanno manifestato minori possibilità di sviluppare il cancro al seno. Alla base di ciò, bisogna tenere in considerazione che un’alimentazione corretta basata prevalentemente sul consumo quotidiano di frutta e verdura riduce notevolmente il rischio di ogni malattia.

Gli esperti hanno dimostrato che un regime nutrizionale basato su porzioni di frutta giornaliere, dove sono comprese anche le arance e i cavoli riduce i rischi di sviluppare la malattia del 25%. Questa analisi è stata condotta su ben 90mila donne, le quali sono state seguite per 20 anni. E’ stato chiesto loro di fornire più informazioni possibili riguardo il nutrimento durante gli anni dell’adolescenza oppure precedentemente all’età adulta. Sono emersi 3200 casi di tumore al seno, dei quali 1347 comprendevano donne che avevano dato le informazioni relative al proprio regime alimentare nel periodo tra i 13 e i 18 anni.

Il riscontro si è rivelato più che plausibile, poiché ha confermato che le donne che hanno consumato numerose porzioni di frutta durante l’adolescenza avevano dimostrato una minore probabilità di sviluppare la malattia rispetto coloro che assumevano un’alimentazione priva di frutta oppure ne consumavano poca. Questo studio ha inoltre dimostrato che un’alimentazione ricca di grassi saturi e cibi di origine animale come carne rossa e latticini aumenta le probabilità di malattia.

Prediligere invece un nutrimento ricco di frutta, fibre, legumi e cereali integrali riduce notevolmente il rischio di sviluppare tumori. Bisogna inoltre porre l’attenzione anche sui carboidrati tra cui bibite zuccherate, marmellate, pane e riso bianco. E’ fondamentale evitare di esagerare, poiché contengono un alto tasso glicemico e possono aumentare il livello di colesterolo nel sangue. Naturalmente, non bisogna dimenticare che una corretta alimentazione prevede di limitare il consumo di alcolici e superalcolici, poiché fortemente dannosi per il fegato, lo stomaco, il seno e l’esofago.

Cancro al seno: meno rischio mangiando frutta ogni giorno