Bacche di camu camu: cosa sono e perché fanno bene

Il camu-camu è un frutto proveniente dalla foresta pluviale brasiliana e peruviana e le sue bacche sono conosciute soprattutto per il loro elevato contenuto di vitamina C

Il camu-camu è un frutto molto acido e, sebbene sia molto usato in cucina, può essere apprezzato solo in ricette dove venga aggiunto dello zucchero. Le bacche di camu-camu sono un ingrediente importante per la preparazione di gelati, spremute e dolci ma sono spesso contenuti  negli integratori di Vitamina C. Il frutto di camu-camu è noto proprio per il suo elevato contenuto di Vitamina C, un potente antiossidante in grado di prevenire anche i danni del DNA ad opera dei radicali liberi.

In natura, non esistono altri alimenti così ricchi di Vitamina C come il camu-camu, basti pensare che le sue bacche hanno un contenuto di Vitamina C di 50 volte superiore a quello delle arance. Il frutto di camu-camu, tuttavia, non è solamente un concentrato di acido ascorbico ma possiede molti altri nutrienti, come numerosi flavonoidi e gli aminoacidi laucina, valina e serina. Da ciò ne deriva che questo frutto ha moltissime proprietà.
Innanzitutto le bacche di camu-camu sono dei potenti antivirali poiché aiutano l’organismo a contrastare i virus che aggrediscono il sistema immunitario. Hanno anche delle ottime virtù anti-artritiche: non solo riducono le infiammazioni ma aiutano anche a lenire il dolore associato all’artrite.

Un’altra importantissima proprietà delle bacche di camu-camu è legata alla prevenzione dell’arterosclerosi poichè i nutrienti in esse contenute inibiscono la formazione di placche a livello delle arterie. Tra gli altri benefici, è importante menzionare la sua azione anti-depressiva, epato-protettrice, disintossicante del fegato, anti-ulcerosa e anti-herpes. Le bacche di camu- camu, inoltre, sono un ottimo rimedio contro le infiammazioni gengivali.
Ma il camu-camu è anche un alimento molto utile nella prevenzione della cataratta e il suo alto contenuto di Vitamina C sembra svolgere delle importanti funzioni protettive contro il glaucoma.

L’acido ascorbico, tuttavia, è ritenuto essere un valido aiuto anche contro i disturbi neurodegenerativi del cervello, come l’Alzheimer e la demenza. Alcuni soggetti – dopo aver bevuto il succo del frutto di camu-camu – hanno mostrato una lucidità mentale maggiore.
Studi recenti, inoltre, hanno evidenziato che queste bacche hanno anche proprietà anti-mutageniche, ossia potrebbero ostacolare le mutazioni genetiche alla base dello sviluppo di molti tumori.

Immagini: Depositphotos

Bacche di camu camu: cosa sono e perché fanno bene