Aumentano i bimbi sovrappeso, è colpa dei genitori che lavorano #lodicelascienza

I genitori che lavorano sono accusati da uno studio scientifico del dilagare dell'obesità infantile

L’obesità infantile è in aumento e la colpa è delle mamme, anche se sono responsabili entrambi i genitori.
Il fatto che entrambi i genitori lavorino è collegato all’aumento di bimbi extralarge, secondo uno studio dell’economista Wencke Gwodzd della Copenhagen Business School.

Lo studio ha esaminato alcune ricerche sulle madri lavoratrici e l’obesità infantile, mettendo in evidenza i legami tra questi due elementi. E il legame, secondo lo studio, è risultato più forte nel caso dei bambini tra 5 e 10 anni, più grandi e indipendenti nella scelta di cosa mangiare.

Quando oltre al papà lavora anche la mamma è più facile che il bimbo accumuli peso – sostiene la ricerca – perché mancano i pasti preparati in casa e fanno meno esercizio fisico.
I bambini – quando le mamme sono assenti – scelgono attività più sedentarie e tendono dormire poco e anche la mancanza di sonno è collegata all’aumento di peso.

Forse un supporto nella cura dei figli per tutti i genitori che lavorano – come avviene già in Danimarca – potrebbe alleggerire la responsabilità materna e contrastare l’epidemia di obesità dilagante.

Non bisogna dimenticare poi, anche i fattori ereditari che influiscono sull’obesità infantile.

Aumentano i bimbi sovrappeso, è colpa dei genitori che lavorano #lodi...