Aloe vera, benefici e controindicazioni

Cicatrizzante, disintossicante, nutriente per pelle e capelli. Ma non sempre è indicato utilizzarla

L’aloe vera  (Aloe Barbadensis Miller) è una pianta carnosa, in quanto contiene all’interno delle foglie un gel trasparente, dalle innumerevoli proprietà. Innanzitutto l’aloe può essere assunta come integratore in quanto contiene all’incirca duecento composti attivi. Numerosi sono infatti i sali minerali (come calcio, ferro o magnesio) che ne fanno un valido rimedio in caso di spossatezza. Contiene diverse vitamine (A, C, B) importanti per il metabolismo cellulare ed enzimi importanti per tutti i processi vitali. L’aloe ha quindi numerosi benefici.

Il gel d’aloe è usato come antibatterico, cicatrizzante o come coadiuvante nella cura di problemi dermatologici.

È sempre bene chiedere consiglio al proprio medico di fiducia (specie in caso di problematiche serie) ma in ogni caso, l’aloe è spesso utilizzata per alleviare i sintomi della psoriasi, in caso di ustioni. Il gel di aloe vera ha anche un azione di filtro solare, o come protezione solare, ma per proteggervi dal sole vi consigliamo comunque di utilizzare una crema solare con un filtro adeguato. Meglio usare il gel per alleviare il dolore delle scottature.

Proprio la presenza di sali minerali, vitamine e enzimi, fanno sì che l’aloe abbia proprietà disintossicanti e depurative. Sappiamo bene quanto sia fastidioso sentirsi intasati da liquidi e scorie, per questo motivo, si consiglia di bere almeno due bicchieri di aloe al giorno (specie al mattino), visto che hanno la capacità di velocizzare e pulire dall’interno il nostro organismo. I risultati saranno: pelle più pura, unghie e capelli più forti.

L’aloe viene attualmente utilizzata quando (purtroppo) ci si sottopone a radioterapia o chemioterapia. Proprio la costituzione chimica di questa pianta, riesce infatti a limitare i danni a cui purtroppo questi pazienti vanno incontro. Si pensi quindi a perdita dei capelli, nausea o bruciature. Anche in questo caso l’aloe può essere usata sia nella sua composizione in gel che sottoforma di succo.

L’aloe, però, ha delle controindicazioni da non trascurare. Innanzitutto, non può essere utilizzata nei bambini al di sotto dei 12 anni, né in caso di gravidanza o allattamento. Inoltre, un sovradosaggio di aloe può portare crampi allo stomaco o intestinali. In caso poi di uso di diuretici o cortisonici, è bene fare attenzione in quanto l’aloe potrebbe interferire con l’assunzione dei farmaci stessi.

Immagini:Depositphotos

Aloe vera, benefici e controindicazioni