Tatuaggi: i consigli per proteggerli dal sole

Con qualche attenzione e i giusti suggerimenti, i tuoi tattoo saranno sempre bellissimi e la tua pelle fresca e idratata

Proteggere i tatuaggi dai raggi solari può richiedere qualche accorgimento in più rispetto a quelli che normalmente metti in campo durante le vacanze per mantenere la tua pelle sempre giovane e idratata. Il sole, infatti, come ben sai, può irritare la pelle, provocare invecchiamento cutaneo e sui tatuaggi potrebbe perfino avere l’effetto di sbiadirne i contorni e spegnerne i colori. Proteggerli è semplice, basta un po’ di attenzione, anche in vacanza.

La prima cosa che bisogna tenere a mente quando parliamo di cura della pelle tatuata è che i tatuaggi non sono altro che lesioni dell’epidermide: vengono realizzati infatti con un ago e lasciano crosticine e spellature che spariscono nel giro di qualche settimana anche grazie all’uso di specifiche pomate antibiotiche. Dunque, il primo rigoroso consiglio per proteggere i tatuaggi dal sole, e la pelle in quel punto resa inevitabilmente più sensibile, è coprirli ed evitare l’esposizione al sole per il primo mese da quando sono stati fatti.

Passato il primo mese, potrai cominciare a esporre i tatuaggi al sole con l’accortezza di proteggerli sempre con una protezione solare molto alta (SPF 50+) da spalmare ogni due ore e, se sei in spiaggia o in piscina, dopo ogni tuffo. Andranno benissimo le protezioni adatte per le zone più delicate come quelle per viso e décolleté. Se il tatuaggio è piccolo, ad esempio su un dito, si può usare anche un solare stick, di quelli che di solito sono specifici per le labbra e che hanno fattori di protezione alti. Scegli una crema trasparente se vuoi che il disegno risalti bene e non risulti appannato.

Non sottovalutare mai, infine, le attenzioni per un tatuaggio che ha già dato problemi in passato. Pruriti, arrossamenti, reazioni allergiche se si sono già presentate possono ritornare a scatenarsi proprio a causa dell’esposizione solare. Alcuni inchiostri usati tempo fa, soprattutto quelli che davano i colori rosso e giallo, sono oggi vietati per legge, in quanto contenevano elementi particolarmente fotosensibizzanti. Se il tatuaggio non è recente presta particolare attenzione alla sua salute e, al minimo dubbio, consulta un dermatologo.

Tatuaggi: i consigli per proteggerli dal sole