Solari: perché scegliere una protezione alta

Un'abbronzatura uniforme, ma soprattutto sana, passa anche dai solari. Scopri perché rischiare con prodotti senza filtri non è più un'opzione possibile

Estate fa rima con solari: oggi la consapevolezza di quanto sia importante proteggere la pelle durante l’esposizione al sole, per fortuna, si è diffusa e la moda dell’abbronzatura estrema, quella conquistata a suon di tour de force sul lettino, sembra definitivamente tramontata.

Se è vero, infatti, che il sole ci fa bene – stimola la produzione di vitamina D che fissa il calcio sulle ossa e di endorfine, gli ormoni del benessere – ormai sono noti i possibili danni che può causare se l’esposizione avviene senza precauzioni: da semplici arrossamenti e irritazioni a eritemi e intolleranze, fino a macchie e segni di invecchiamento e, nei casi peggiori, a melanomi.

Specialmente se da bambina e adolescente ti sei spesso scottata, dovresti fare particolare attenzione. Ma le regole d’oro valgono per tutti e dovresti applicarle senza eccezioni: non esporti nelle ore più calde della giornata e applica sempre una protezione solare a due cifre. Il falso mito che una protezione alta impedisca l’abbronzatura è stato sconfessato: anche con la protezione 50 ci si abbronza in modo graduale e duraturo, e lo si fa nel modo giusto, perché la melanina della pelle viene stimolata in modo dolce e controllato.

In particolare, regolati secondo il tuo fototipo:

  • se hai carnagione chiara e capelli biondi, rossi o castano chiaro non dovresti mai scendere sotto la protezione 50
  • se sei castana e hai una carnagione che tende al bruno puoi puntare su una 30 o una 15
  • 15 è invece il livello sotto il quale non dovrebbe arrischiarsi nemmeno chi ha carnagione scura

Ma attenzione, dopo esserti spalmata la tua crema non rimetterla nella borsa. La percezione di essere ben protetta può giocarti brutti scherzi: ricorda che è fondamentale usarne la giusta quantità, senza lesinare, e ripetere spesso l’applicazione, soprattutto dopo bagni e docce.

Solari: perché scegliere una protezione alta
Solari: perché scegliere una protezione alta