Scottature solari: i rimedi naturali più efficaci

Nonostante le precauzioni, può capitare di incappare in una scottatura. Gli strumenti per correre ai ripari sono semplicissimi, scopri tutti i trucchi da mettere subito in campo

Inconvenienti da vacanza? Ai primi posti ci sono senza dubbio le scottature solari. Anche prendendo le giuste precauzioni, e dunque utilizzando una protezione solare adatta al tuo fototipo e non esponendoti nelle ore centrali della giornata, può capitare di tornare a casa la sera con la pelle arrossata, che “tira” e pizzica. Il rischio è anche dovuto proprio all’intensità dei raggi solari che negli ultimi anni è cambiata e sta diventando sempre più un pericolo per la salute dell’epidermide.

Ma quali rimedi veloci mettere in campo in caso di scottatura solare? Prima di tutto calma il fastidio con un bagno rinfrescante: in acqua tiepida versa cinque o sei cucchiai di amido di riso, ideale per calmare rossore e infiammazione. In alternativa, puoi puntare sull’azione disinfettante del bicarbonato e su quella protettiva e emolliente della farina d’avena. Mescola tre cucchiai di ognuno di essi nell’acqua e immergiti per qualche minuto.

A questo punto, per nutrire la pelle e alleviare il fastidio della scottatura solare hai diverse possibilità. Frullando un cetriolo ricavi un succo rinfrescante, decongestionante e ricco di vitamine che puoi tamponare delicatamente sulla pelle arrossata utilizzando un batuffolo di cotone. Un altro rimedio “della nonna” coinvolge le verdure: taglia a fette una patata e applicale sulla parte interessata, è un ottimo decongestionante e anti infiammatorio. Da provare anche il gel all’aloe vera, da applicare generosamente e lasciare in posa come un impacco. Anche lo yogurt bianco naturale ha un effetto emolliente e idratante.

Le piante officinali sono molto utili in caso di scottatura solare: fai bollire mezzo litro d’acqua, poi spegni il fuoco e aggiungi due cucchiai di tiglio, malva, camomilla o calendula (puoi sceglierne una o mixarle a piacere). Lascia in infusione finché il tutto si raffredda e poi applicalo sulla pelle interessata usando una garza o dei fazzoletti di cotone.

Dopo aver rinfrescato a fondo la pelle è ora di aiutarla a ricostruirsi donandole sostanze importanti. Massaggiala dolcemente usando un olio nutriente ed elasticizzante. L’olio di mandorle dolci è perfetto, ma puoi puntare anche sull’olio di cocco, un prodotto naturale dalle molteplici qualità, oppure su quello di jojoba. L’importante è che l’olio scelto sia naturale, senza aggiunta di profumi o ingredienti di sintesi, e possibilmente biologico.

Puoi aiutare la tua pelle a superare il momento di crisi anche dall’interno: nelle ore successive, bevi molto, soprattutto acqua, e combatti la perdita di sali minerali preziosi mangiando frutta e verdura in abbondanza.

Scottature solari: i rimedi naturali più efficaci