Capelli: sapete cos’è il co-washing e perchè fa bene?

La nuova moda dell’estate in fatto di capelli è il co-washing: lavare i capelli evitando che shampoo troppo aggressivi li rovinino.

Avete già sentito parlare di co-wash e co-washing? Si tratta di una tecnica per detergere i capelli senza però che vengano danneggiati da prodotti aggressivi.

Lavare i capelli tutti i giorni o no?
Gran parte degli shampoo in commercio contengono ingredienti schiumogeni che risultano essere dannosi per la salute del cuoio capelluto. L’effetto di uno shampoo aggressivo è quello di stimolare la produzione di sebo nei capelli grassi e rendere ancor più secchi i capelli sfibrati. Come preservare allora la bellezza della chioma? Che sarebbe meglio evitare di lavarla tutti i giorni non è una novità, farlo un giorno sì e uno no sarebbe già meno stressante per i capelli, se si riuscisse ad aspettare qualche giorno in più (sempre che non siano sporchi) sarebbe ancora meglio.

Co-washing: lavare i capelli senza shampoo
Il co-wash è una risposta alla necessità di lavarsi i capelli senza danneggiarli. Il termine sta per “conditioner only wash” e in effetti con questo metodo non si lava la chioma con lo shampoo, ma con il balsamo che contiene meno tensioattivi, siliconi e agenti irritanti. Al balsamo si aggiunge un cucchiaio di zucchero di canna per avere un leggero effetto scrub. Il composto che si ottiene va infatti massaggiato sul cuoio capelluto per rimuovere forfora e impurità. Esistono peraltro delle versioni più ricche dove insieme a balsamo e zucchero di canna si mescolano e applicano altri prodotti, come l’aloe e il miele per ottenere un composto più nutriente.

Co-wash: quando e come
Ogni capello ha caratteristiche proprie e reagisce in modo diverso ai prodotti usati per la detersione. Ciò vale anche per il co-washing indicato per chi non ha capelli grassi (altrimenti il balsamo potrebbe conferire un aspetto ancora più untuoso) e per chi ha capelli mossi. Alternare il co-wash con un lavaggio con uno shampoo neutro può essere la soluzione migliore per evitare di stressare troppo i capelli senza però privarsi del tutto del potere detergente dello shampoo. Nel caso di chiome lisce e tendenti al grasso, meglio evitare il co-wash e utilizzare il bicarbonato di sodio mescolato con un po’ di acqua fino a ottenere un composto cremoso da usare come in sostituzione dello shampoo. Se avete poco tempo per lavare i capelli potete anche ricorrere allo shampoo secco.

 

Capelli: sapete cos’è il co-washing e perchè fa bene?