Cellulite, addio

Sgradevoli cuscinetti e pelle a buccia d’arancia su glutei, cosce, gambe: sono poche le fortunate a essere risparmiate dalla cellulite, sgradito fenomeno che soprattutto in questo periodo incombe sulla prova costume e viene messa a nudo da shorts e abiti mini.
L’incidenza sulle donne, registrano le ricerche, è vicina al 90%, comprese molte insospettabili celebrities che scampano all’inestetismo solo grazie a sapienti fotoritocchi, sempre che non vengano colte di sorpresa da perfidi paparazzi che ci svelano il loro lato da comuni mortali, cuscinetti compresi.
Colpevoli di tutto sono gli adipociti, cellule sferiche sottocutanee che costituiscono il "mantello termico" della pelle e hanno il compito di accumulare le riserve di grasso trasformandole in trigliceridi e di liberare questi ultimi a seconda delle necessità.
Il loro volume può aumentare fino a 100 volte: i tessuti  possono dunque deformarsi dando luogo all’aspetto a buccia d’arancia della pelle, alla compressione dei vasi sanguigni e linfatici e al ristagno di acqua e tossine.

Per aiutare a combattere gli effetti indesiderati di questo processo, ormai ben noto, i laboratori di bellezza creano ogni anno prodotti sempre più innovativi e mirati.
Quest’anno vanno per la maggiore le formule spray, che sono particolarmente comode da applicare e si distribuiscono in maniera uniforme sulle zone da trattare.
I principi attivi più usati sono quelli dalle riconosciute proprietà lipolitiche e rivitalizzanti dei tessuti, come gli ingredienti base di alghe, centella asiatica, caffeina.
Altri prodotti, proposti sotto forma di integratori alimentari, promettono un’azione drenante combattendo la ritenzione di liquidi. In alternativa, esistono persino sofisticati roll-on il cui funzionamento si ispira nientemeno che alla chirurgia plastica a ultrasuoni, permettendo un massaggio mirato sulle zone problematiche.

Cellulite, addio