Le mani di queste donne sanno di cacao e sapone

La Zàini, famoso marchio italiano del cioccolato, produrrà sapone in Costa d'Avorio con gli scarti della lavorazione del cacao e darà una vita dignitosa alle donne locali

Il video che presenta La giornata internazionale delle ragazze, il prossimo 11 ottobre

 

Le Nuove Donne del Cacao è l’iniziativa che la Zàini, marchio storico del cioccolato italiano, ha attivato per creare lavoro femminile in Costa d’Avorio, il paese africano che produce circa il 40% del cacao mondiale. Un’iniziativa davvero meritevole da parte di questa ultracentenaria azienda milanese che nasce da una profonda conoscenza e interesse verso la cultura ivoriana, che ha tra le sue tradizioni anche quella produrre sapone “a mano” dagli scarti di lavorazione del cacao stesso.

Il progetto ha molti ambiziosi obiettivi sociali: introdurre di tecniche migliorative di produzione (il sapone solitamente viene realizzato in casa per uso familiare); costruire di luoghi di lavoro idonei per le donne; aumentare la diffusione del sapone, che significa migliorare le condizioni di salute della popolazione. Ma lo scopo che li racchiude tutti è sintetizzato sul sito della società in questo modo:

creare le necessarie condizioni perché le donne ivoriane, facenti parti delle famiglie di contadini che coltivano il cacao, abbiano un reddito che permetta loro una propria autonomia economica, un’accresciuta considerazione in ambito familiare e sociale, oltre che migliori prospettive per i loro figli.

Il nuovo sapone si chiamerà Olga Z., in onore di Olga Zaini, una delle prime imprenditrici di successo in Italia che a cavallo delle due guerre aveva guidato l’azienda creando già lavoro ed emancipazione per moltissime donne. #Bellastoria, da condividere sia come gesto che come link.

Le mani di queste donne sanno di cacao e sapone