Con questa foto ritrova l’angelo che l’aveva curata

Amanda, ustionata da piccola a causa di un grave incidente domestico, è riuscita a riabbracciare grazie a Facebook l’infermiera che l’aveva accudita 40 anni prima

Tratto da: Youtube

Una foto in bianco e nero che per Amanda Scarpinati, 40enne di Athens, Georgia, per molti anni ha significato tutto. Neonata, tra le braccia dell’ infermiera-angelo che si era presa cura di lei, dopo il grave indicente domestico che le aveva procurato ustioni su tutto il corpo.

Amanda si è dovuta sottoporre negli anni a diversi interventi chirurgici, “tra prese in giro ed episodi di bullismo per il mio volto e il mio corpo martoriato”, ha confessato. Ma non ha mai dimenticato la dolcezza di quella donna, di cui col passare del tempo aveva perso le tracce.

Fino al giorno in cui un’amica le suggerisce di utilizzare i social per risalire all’identità dell’infermiera. La foto, postata sul suo profilo, ha cominciato a rimbalzare da bacheca a bacheca e in un attimo ha fatto il giro del mondo, fino a quando una telefonata ha rivelato l’identità della donna: Susan Berger.

A quel punto, un programma televisivo ha segnato il lieto fine, con le due donne che si sono prima sentite telefonicamente e poi finalmente riviste e abbracciate. Un vero happy end per una #bellastoria, dolcissima e commovente, che ci insegna come tra pericoli ed eccessi, Facebook riesca anche a fare del bene. Condividi su Facebook

Con questa foto ritrova l’angelo che l’aveva curata