Migrante di 18 mesi salvato dai pescatori turchi

Muhammad Hasan era a bordo di una imbarcazione diretta in Grecia e naufragata il 22 ottobre nel mar Egeo. E’ vivo per miracolo, ora sta bene e ha riabbracciato la sua mamma

Tratto da: Youtube

Un bimbo siriano di soli 18 mesi, Muhammad Hasan , è stato salvato miracolosamente da un peschereccio turco, nelle acque del mar Egeo, dopo il naufragio dell’imbarcazione che lo stava trasportando in Grecia.

Tutto è accaduto il 22 ottobre scorso. C’erano 30 persone a bordo delle due imbarcazioni. Tra queste la mamma di Muhammad, Lorin. Secondo la guardia costiera turca, almeno due persone sono morte e altre 16 risultano disperse

Quando lo abbiamo visto pallido e in ipotermia, abbiamo temuto il peggio

Queste le parole del capitano del peschereccio che ha intercettato i profughi e Muhammad, che nuotavano in mare aperto da ormai cinque ore

Fratello, è vivo, è vivo. Mettilo a pancia in giù, presto

Si sente urlare nel video da uno dei pescatori turchi, dopo aver avvistato il corpicino di Muhammad in mare e averlo issato sulla barca. Nelle immagini il bambino viene subito liberato dal giubbotto di salvataggio, quindi massaggiato, girato prono per farlgi uscire l’acqua e avvolto in una coperta

Per fortuna Muhammad Hasan ora sta bene e ha potuto riabbracciare la madre, dopo avere ricevuto le cure necessarie in un ospedale a Smirne.

bimbo-bene

La donna, commossa, ha detto:

Eravamo in 30 sulla barca, e ci avevano detto che saremmo stati traferirti su un natante più grande, ma non è mai accaduto. Non potrò mai ringraziare abbastanza le persone che ci hanno messo in salvo

Questa è sicuramente una #bellastoria. Ma bella per miracolo, grazie solo alla fortuna e alla tempestività nei soccorsi di questi pescatori. Perché a fronte di una storia lieto fine, ce ne sono ancora molte, troppe con un finale ben più tragico. Condividi

Migrante di 18 mesi salvato dai pescatori turchi