Terremoto: Mamma scava da sola nel buio per ritrovare la figlia

Sonia Micozzi è una mamma che, durante il terremoto, ha scavato da sola e nel buio fra le macerie per ritrovare sua figlia

La sua bambina era sotto le macerie e lei, sola nel buio, si è messa a scavare per ritrovarla. Arriva da Amatrice una delle storie più toccanti legate al terremoto che ha colpito il centro Italia. Sonia Micozzi, 34 anni, martedì alle 3:36, si trovava in una casa in Villa San Lorenzo, frazione di Amatrice, quando sono arrivate le prime scosse. Il soffitto dell’abitazione si è sgretolato ed è crollato sulla mamma e la sua bambina, Elena Sofia, che dormivano nel letto.

Entrambe sono rimaste sommerse dai calcinacci e da quello che restava del soffitto. “La bambina ha pianto per un po’, poi non l’ho più sentita e ho temuto il peggio” ha raccontato Sonia Micozzi, che a quel punto ha trovato la forza di liberarsi. Pietra dopo pietra la mamma, una delle tante donne coraggiose del terremoto, è riuscita ad emergere dalle macerie. Poi nel buio, a mani nude e completamente sola, ha tentato di liberare la sua bambina, terrorizzata all’idea che fosse morta o ferita gravemente.

Ho cercato aiuto, ma tutte le persone del paese erano nella mia stessa condizione. Ho capito che avrei dovuto cavarmela da sola” ha raccontato Sonia, che per salvare Elena Sofia dopo il terremoto ha fatto l’impossibile “Mi sono procurata una torcia e ho iniziato, pietra dopo pietra, a cercare mia figlia tra quello che restava della nostra camera da letto”. Alla fine la donna è riuscita a liberare la bambina e a trarla in salvo. La piccola era sotto choc, con gli occhi chiusi e terrorizzata, ma salva.

La donna ha poi trasportato in ospedale la bambina insieme alla madre. Ora Elena Sofia è ricoverata all’ospedale De Lellis di Rieti, dove si trovano molte vittime del terremoto e dove i medici la stanno curando e dove non si allontana mai dalla sua mamma. “Il paese, quel luogo stupendo in cui abbiamo trascorso più volte le vacanze estive non esiste più” commenta Sonia Micozzi “Un posto meraviglioso, specialmente per i bambini”.

Terremoto: Mamma scava da sola nel buio per ritrovare la figlia