Si laurea in ospedale dopo essere stata ricoverata d’urgenza per gravidanza difficile

Maryse ha realizzato il suo sogno: è riuscita a discutere la tesi nonostante si trovasse in un letto d'ospedale. Ora lei spera dopo la maternità di trovare un lavoro adeguato

Ricoverata d’urgenza all’ospedale di Perugia al reparto di Ostetricia e ginecologia per una gravidanza gemellare a rischio, una giovane donna congolese stava per veder sfumare il sogno che aveva rincorso da 9 anni, da quando cioè è arrivata in Italia. E invece Maryse, questo il nome della ragazza, grazie a un collegamento via Skype ha discusso la tesi dal nosocomio, mentre la commissione era riunita in università, riuscendo a laurearsi in geologia degli idrocarburi.

La giovane mamma ha dichiarato soddisfatta all’ufficio stampa dell’ospedale:

Se i professori dell’Università di Perugia non avessero accolto la mia richiesta di discutere la tesi, già fissata da tempo, con il collegamento dall’ospedale, sarebbero andati in fumo i miei tanti anni di studio.

Maryse infatti non poteva rimandare la discussione, come ha spiegato:

I medici mi hanno spiegato che la gravidanza richiede terapie lunghe e  riposo assoluto  e così  quando nasceranno i miei due gemelli  necessariamente prevarrà il  ruolo di mamma.

La giovane, che è alla 23esima settimana, rischia un parto prematuro, perciò il ricovero in clinica potrebbe essere ancora lungo. Inoltre, dopo la nascita dei gemelli, sarebbe stato difficile per lei conciliare il ruolo di mamma con lo studio.

Il collegamento tra università e ospedale è durato 45 minuti, al termine dei quali parenti, infermiere, medici e ostetriche hanno festeggiato la neo-dottoressa con tanto di palloncini colorati. La ragazza ha ringraziato chi le ha permesso di ottenere questo risultato:

Voglio dire un grazie di cuore ai docenti che hanno capito la mia situazione ed ai medici e al personale dell’ospedale che si si sono impegnati per farmi raggiungere questo traguardo.

Dopo la maternità spera di trovare un lavoro adeguato. Noi l’ammiriamo per la sua forza e determinazione, augurandole di ottenere quello che vuole.

Si laurea in ospedale dopo essere stata ricoverata d’urgenza per...