Nonna Dora, 92 anni, barista di Pretare (Arquata) resiste: “Non vado via”

Nonna Dora ha 92 anni e fa la barista ad Arquata. Dopo il terremoto ha deciso di resistere nonostante tutto

Nonna Dora ha 92 anni ed è la barista in uno dei locali più famosi di Pretare, frazione di Arquata. Nel terremoto ha perso tutto, ma ha deciso di affrontare la tragedia con spirito battagliero e non vuole proprio sentire parlare dell’idea di andarsene. “Sono ottanta anni che vivo qui, con questa gente che mi ama. Non me ne voglio andare” ha spiegato l’anziana donna.

Ho perso tutto” ha spiegato nonna Dora parlando del terremoto che ha colpito il centro Italia “Quello che mi è rimasto è questo vestito”. Eppure lei non si arrende e spera già negli aiuti del Governo. “Ho paura che ci vorrà tanto prima che arrivino. E che non arriveranno tutti a noi” ha detto la 92enne, che ha dovuto abbandonare la sua casa e tutto ciò che possedeva. Ora vive ospite in casa della figlia, ma spera di riaprire presto il suo amato bar.

Se ce la farò riaprirò il bar” ha detto nonna Dora, che non perde la speranza di poter servire ancora una volta quello che lei definisce “il migliore caffè di Arquata”. Dopo il terremoto non è mai più voluta andare a vedere la sua casa. Le farebbe troppo male. Le scosse l’hanno quasi completamente distrutta e lei alla sua età non vuole soffrire nel vedere quello che aveva costruito e conquistato, sbriciolato dal terremoto. “Il cuore resiste” conclude lei “ma 92 anni sono tanti”.

Dora è solo una delle tante donne che durante il terremoto hanno mostrato il loro coraggio e la loro forza, affrontando questa immane tragedia a testa alta. Da chi ha scavato a mani nude nelle macerie per salvare i propri figli, a chi ha prestato i primi soccorsi a coloro che avevano perso tutto, sino a chi, salvo per miracolo, continua ad aiutare le persone che sono state meno fortunate.

Nonna Dora, 92 anni, barista di Pretare (Arquata) resiste: “Non vado...