Marc, 8 anni, ha sconfitto il cancro. Aveva un sogno: conoscere Federer

Marc ha solo 8 anni ed ha affrontato la battaglia con il cancro. Aveva un sogno: conoscere Federer e l'ha realizzato in questi giorni

Federer gioca a tennis con un bambino malato di cancro

Fonte: Twitter

A volte un piccolo gesto per qualcuno può rappresentare qualcosa di grande per un altro. Lo dimostra la storia di Marc a cui, a 8 anni, è stato diagnosticato un cancro. Il bambino in questi giorni ha realizzato un sogno: conoscere Roger Federer. Il tennista svizzero è l’idolo di moltissimi bambini, ma anche una persona di grande cuore, per questo ha accettato senza esitazione di incontrare Marc e, come ciliegina sulla torta, ha deciso di giocare con lui a tennis.

Un’emozione unica per un bambino che, nonostante sia ancora molto piccolo, ha già affrontato l’inferno. L’anno scorso i medici sono stati costretti ad amputargli una gamba, per salvarlo. “Ho acconsentito all’amputazione perché altrimenti il cancro si sarebbe diffuso” ha spiegato.

Il bimbo, che abita in North Carolina, ha sempre avuto una grande ammirazione per Federer, tanto che lo scorso anno la sua storia era finita sui social, attirando anche l’attenzione del campione. “Torna presto Marc e dimmi quando sarai pronto e giocherò con te” gli aveva detto il tennista in un messaggio. Da allora, nonostante le difficoltà, Marc ce l’ha fatta e ha sconfitto il cancro. La sua rivincita è stato l’incontro con Federer, che non poteva essere più magico di così. I due infatti hanno giocato insieme sui campi di Flushing Meadows nel corso degli Us Open.

“Sembra che io sia il suo eroe e che abbia guardato a me nei momenti di difficoltà ed è stato un piacere conoscerlo – ha raccontato Federer -. Ho giocato qualche palla con lui, volevo essere sicuro che avesse il pacchetto completo. Spero davvero che si sia divertito. Avverare il sogno di un’altra persona – ha aggiunto – è una cosa che ho il privilegio di poter fare”.

Da sempre il tennista ha mostrato di avere un cuore grande e di essere sempre pronto ad aiutare i più deboli. Da diversi anni ha una fondazione che porta il suo nome e aiuta milioni di bambini in tutto il mondo. “Penso che guadagnando così tanto ed essendo così popolare, si possa avere un importante ruolo sociale pur essendo un tennista – ha raccontato -. Fare beneficenza mi fa sentire meglio: posso ispirare e motivare tanta gente a fare come me. E non c’è cosa più bella che aiutare i bambini”.

Marc, 8 anni, ha sconfitto il cancro. Aveva un sogno: conoscere F...