Il cono gelato salvamacchia inventato da due bambini

È di due giovani quattordicenni l’idea geniale del cono gelato dalla forma giusta per evitare di sporcarsi mani e vestiti

Cono gelato salvamacchia

Cono gelato salvamacchia

Drip Drop, è questo il nome della rivoluzionaria invenzione che da oggi in poi permetterà di mangiare il gelato senza sporcarsi. L’idea arriva direttamente dal Colorado ed è merito di due giovani quattordicenni statunitensi, Sam Nassif e Oliver Grennwald, che hanno inventato una caratteristica cialda in forma di anello da applicare al classico cono, in grado di raccogliere il gelato sciolto, così da evitare che coli sulle mani lasciando quella terribile sensazione di appiccicoso.

Un’intuizione semplice e quanto mai geniale, a cui i due amici pare pensassero già da qualche anno. L’idea, a quanto pare, gli sarebbe venuta alla tenera età di dieci anni guardando due bambini completamente sporchi di gelato. Il caldo, si sa, è nemico per eccellenza di questo dolce tanto amato da grandi e piccini. Troppo spesso si è costretti a mangiare il gelato in fretta per evitare che si sciolga e cada sui vestiti, senza poterselo mai gustare veramente in calma e tranquillità.

Ed ecco la geniale invenzione di Sam e Oliver che, dopo aver provato ben oltre cento ricette tutte diverse tra loro, sono finalmente riusciti a trovare quella giusta per la cialda da usare su qualunque cono gelato. Arrivati secondi al concorso “The Gates Invention Program”, hanno poi deciso di brevettare la loro creazione. E così è nato Drip Drop.

Quest’anno hanno poi avuto l’occasione e la fortuna di partecipare come concorrenti al celebre programma televisivo Shark Tank, dove hanno riscosso un incredibile successo sia tra i giudici sia tra gli spettatori a casa. Si tratta degli imprenditori più giovani che abbiano mai partecipato, anche se oramai Sam e Oliver sembrano essere abituati alla fama che stanno costruendo.

Il cono gelato salvamacchia inventato da due bambini